HopLine

Jump over the fence

10 passaggi per l'attività e-commerce del tuo birrificio artigianale

Non esistono delle regole sempre valide per creare il perfetto sito ecommerce di successo; proviamo però a elencare i passaggi che proprio non possono mancare nel percorso di un e-commerce.

Nei progetti della vita, non necessariamente per quelli online, si parte, molto spesso, dal niente.


Nel caso di un birrificio artigianale magari l'inizio è proprio caratterizzato da un piccolo terreno, un pentolone e tanta passione… si può andare avanti così per molto, ma arriva un momento in cui il sogno inizia ad andare stretto…

 

È tempo di ripensare un po' all'attività, magari con la volontà di ampliarla un po' e quindi arriva il momento di rimboccarsi le maniche e portare avanti l'avventura basandosi sul mercato.

 

Oggi i mercati (tutti non solamente quello brassicolo) trasportano le realtà dal mondo offline a quello online: avere un sito web dell'attività, completo della sezione e-commerce è ormai cosa necessaria e all'ordine del giorno.

 

Se state quindi pensando che la vostra passione, passatempo, sogno, hobby, inizia a starvi stretto e decidete quindi di tuffarvi in un’impresa imprenditoriale abbiamo preparato per voi i 10 step per cominciare con il piede giusto un’attività di e-commerce.

 

1. Trovare un’idea di business  

Per iniziare un’attività serve prima di tutto una valida idea di business.

 

Una forte passione personale o condivisa, il passatempo di un gruppo di amici, ma anche un'attività passata di generazione in generazione, sono possibili inizi di un birrificio artigianale.

 

Il settore brassicolo è in continua crescita e sviluppo.

 

Piccola parentesi storica

Per circa 10 anni, fino al 2014, i consumi nazionali hanno assunto un andamento altalenante, ma a partire dal 2015, quando la quantità di birra consumata ha registrato un aumento del 6,5%, il trend di crescita si è consolidato, raggiungendo il picco nel 2018 con oltre 20 milioni di ettolitri. Anche grazie a questo traino dal lato della domanda, da diversi anni, accanto alle birre industriali, sono nate molte produzioni più di nicchia, ma in forte sviluppo. Si tratta delle birre artigianali e delle birre agricole, che puntano su una caratterizzazione Made in Italy. 

Negli ultimi dieci anni, i birrifici artigianali sono aumentati del 318%, passando da 206 birrifici nel 2008 ai 862 del 2018. I protagonisti di questa crescita sono prevalentemente i giovani sotto i 35 anni che hanno colto le opportunità di mercato dando vita a nuove attività imprenditoriali.

mostrare originalità può farvi conquistare subito l’attenzione del pubblico. I consumi della birra hanno superato la quota dei 20 milioni di ettolitri con una crescita del 2,6% rispetto al 2018, con un diretto impatto anche sui consumi pro-capite, giunto a quota 34,6 litri (era 33,6 litri nel 2018).

 

Distinguersi è, quindi, diventato essenziale.

 

Esistono un’infinità di gusti, accostamenti e nuove esperienza di cui la gente ha bisogno e che sta cercando: nell’ottica futura, potreste, per esempio, coniugare il concetto di birrificio artigianale, particolarizzato dalle ultime esigenze high tech.

 

2. Verificare la domanda di mercato

Una nuova birra artigianale basa il suo successo passando attraverso l'amore e l'apprezzamento del pubblico, io suoi gusti e le sue esigenze. Anche le idee più originali e innovative potrebbero rivelarsi un flop se non strutturate in funzione di un target di riferimento

(Questa regola è generale, e non fa eccezione per il settore brassicolo).

 

Anche se questo rientra nel rischio d’impresa, esistono diversi modi per sondare le acque e varie strategie di marketing per riuscire a vendere prodotti specifici. 

 

I social vengono in aiuto alle nuove idee: creare una community su Instagram; strutturare campagne di Advertising su Facebook, ben mirate in riferimento ad un certo target; o ancora creare un blog per porsi come esperti del settore, mostrando le profonde competenze attirando così il pubblico…queste e molte altre possono essere idee valide per cominciare, attuabili anche contemporaneamente.

 

Per pianificare correttamente queste operazioni, è importante inizialmente verificare la presenza della domanda di mercato, e solo poi iniziare un’attività.

 

3. Trovare i prodotti da vendere

Per iniziare bene un’attività oltre a decidere che tipologia di birra produrre e vendere vendere, è importante avere chiaro anche dove fare rifornimenti e a chi appoggiarsi per la materia prima.

 

Questa scelta ha un impatto diretto sulla determinazione dei prezzi, e incide ulteriormente su altri aspetti pratici, come la gestione dell’inventario e l’evasione degli ordini. 

 

All’inizio di un’attività occuparsi di tutto questo può essere gravoso: affidarsi a professionisti per consigli e per dividere con loro il lavoro sarà importante.

 

4. Redigere un business plan

Partire in quarta facendosi prendere dall’entusiasmo, iniziando subito alla fase operativa senza passare dal via può essere controproducente!

 

Ottimo l'entusiasmo e la voglia di mettersi in gioco, ma prima è importante creare una strategia, definendo il modello di business, gli obiettivi da perseguire e le risorse necessarie. 

 

Mettere per iscritto queste cose significa scrivere un business plan, molto utile per evitare imprevisti e partire organizzati; potrà anche essere utilizzato per richiedere finanziamenti o per cercare delle partnership.

 

5. Adempimenti online

Per vendere online sono necessari una serie di adempimenti.

 

Uno dei maggiori paletti per chi vuole iniziare un’attività di e-commerce sono le complicazioni burocratiche

Serve la partita IVA? Tra i vari tipi di società quale conviene scegliere? È obbligatoria l’iscrizione alla di Camera di Commercio?

 

Avere competenza in ambito marketing non implica in automatico conoscenze specifiche su come fondare e amministrare un’azienda. 

 

Iniziare, però, non è così complicato come sembra.

 

6. Risparmiare tempo?

È possibile risparmiare tempo?

 

La produttività può essere perfezionata per ogni attività di e-commerce.

 

Iniziare un’attività in bootstrapping

avviare un'impresa utilizzando unicamente le proprie risorse, o con un certo budget, 

 

significa avere a mente molti impegni, rispettare molte scadenze e occuparsi di svariate responsabilità.

 

Il tempo è la risorsa più preziosa: a volte vi sembrerà impossibile far fronte a tutto quello che serve per intraprendere un progetto aziendale.

 

Se non sapete organizzarvi, rischierete il burnout 

“uno stato di stress cronico che provoca diversi sintomi" in tre aree principali: fisica, emotiva e mentale".

 

7. Costruire una brand identity efficace

Per iniziare bene l’attività di un birrificio artigianale è impossibile non impegnarsi nella creazione di una forte e sentita identità, riconosciuta e apprezzata dal pubblico.

 

Oggi le etichette non sono semplici produttrici e venditrici di birra, ma, al contrario, sono diventate vere e proprie lifestyle partner

 

Il cliente sceglie se acquistare un prodotto specialmente in base a chi lo vende e come: come si presenta, come comunica, che valori lo rappresentano, che cause gli stanno a cuore…dunque, spesso e volentieri, a prescindere dalla qualità o dalla particolarità del prodotto in sé ma più per cosa rappresenta quell'acquisto.

 

8. Creare un sito di ecommerce

La versione gratuita di HopLine è la perfetta soluzione per iniziare subito a vendere le vostre birre tramite e-commerce e iniziare a ideare la vostra realtà online.

HopLine è una piattaforma e-commerce che mette a disposizione dei birrifici tutti gli strumenti e le funzionalità necessarie ad un'ottima presenza.

 

Anche l’occhio vuole la sua parte: nel team di HopLine sono presenti esperti di grafica e web design che vengono messi a completa disposizione del singolo birrificio per assistenza, consigli ed eventuali modifiche e restyling.

 

Progettare la homepage del sito, inserire e vendere i prodotti, grazie al nostro software gestionale, sarà semplice e intuitivo. 

 

9. Generare traffico

Dopo aver creato un negozio online, solitamente ci si sofferma all'interrogativo di come creare traffico in entrata allo stesso.

 

Per generare traffico (organico, dunque dalle ricerche sui motori di ricerca come Google, non considerando le inserzioni a pagamento) dovreste ragionare fin da subito in ottica SEO

 

Ottimizzare il vostro sito web già dalla fase della sua progettazione; ma niente paura, il team di HopLine offre assistenza anche per questo!

 

Ricordate sempre che anche il negozio più bello non vende se non è in grado di generare traffico! È impossibile vendere se il pubblico non sa della vostra presenza.

 

10. Sfruttare i social 

Oggi i social media sono una componente imprescindibile per ogni business, il mondo della birra artigianale non fa eccezione!

 

Progettate con cura e attenzione le pagine aziendali sui social e creare una strategia per acquisire nuovi follower

 

È importante iniziare da subito! È tempo di mettere online il vostro birrificio! 

 

Non lasciate questo sogno nel cassetto per difficoltà o imprevisti! Con HopLine creare il vostro birrificio online è davvero semplice, contattaci per scoprire di più!

Altri articoli